Unione Astrofili Lucchesi

ATTIVITA' 2003

Transito di Mercurio - Maggio Mostra fotografica - Ottobre
Conferenza Serra - Dicembre Compleanno - Dicembre



"Osservazione telescopica del transito di Mercurio sul disco solare"
7 maggio
Lucca, Piazza del Giglio
Grande affluenza alla manifestazione organizzata dall'Associazione con il patrocinio del Comune di Lucca, Ufficio Cultura. Sono stati infatti oltre 300 gli appassionati, o i semplici curiosi e turisti, e oltre 10 le classi di vari istituti scolastici lucchesi che hanno contribuito al grande successo. La mattina di mercoledì 7 maggio erano presenti in Piazza del Giglio sei telescopi equipaggiato con appositi filtri dai quali gli osservatori presenti hanno potuto osservare il particolare fenomeno celeste, che si ripeterà nuovamente solo nel 2006. Durante l'osservazione sono state scattate molte fotografie che poi saranno esposte nelle varie mostre fotografiche organizzate dall'associazione. L'osservazione telescopica oltre a mostrare il disco nero del pianeta Mercurio transitare sul Sole, ha permesso anche l'osservazione di vari particolari della superficie solare, come le macchie solari (regioni più fredde della superficie).



Due "istantanee" dei partecipanti all'osservazione

Fasi Iniziali
Le immagini sono state ottenute con una fotocamera Nikkormat accoppiata ad un telescopio rifrattore da 15 centimetri f/8, su montatura Vixen Great Polaris. le pose presentate sono tutte in proiezione di oculare Celestron da 23 mm, su pellicola Fujicolor 100. Per i tempi di esposizione è stato seguito l'esposimetro della macchina fotografica, che ha segnalato pose di 1/30 di secondo.

Metà Fenomeno

Nuvole

Uscita



Mostra fotografica di Astronomia
11-12 Ottobre 2003
Loggiato di Palazzo Pretorio, Piazza San Michele
Come tutti gli anni, anche nel 2003, l'Unione Astrofili Lucchesi ha organizzato una mostra fotografica di Astronomia esposta per due giorni (11 e 12 Ottobre) sotto il loggiato di Palazzo Pretorio, in Piazza S. Michele, inp ieno centro storico della magnifica Lucca. La mostra raggruppa oltre 100 fotografie realizzate in gran parte dalle associazioni aderenti al C.A.A.T. (Coordinamento delle Associazioni Astrofile della Toscana). Presenti anche tre telescopi con i quali si potevano osservare le meraviglie della chiesa di S. Michele. Moltissimi i visitatori (oltre 700) di questa esposizione realizzata grazie al Patrocinio e alla collaborazione del Comune di Lucca - Ufficio Cultura e inserita nel calendario del "Settembre Lucchese".

Alcuni visitatori osservano al telescopio



Tunguska, il mistero di un'esplosione extraterrestre
Dott. Romano Serra, Dipartimento di Fisica dell'Università di Bologna
20 Dicembre
Lucca, Villa Bottini
Sabato 20 Dicembre 2003, presso il salone di Villa Bottini, Via Elisa, centro storico di Lucca, ore 17.00, ha avuto luogo la conferenza scientifica "Tunguska, il mistero di un'esplosione extraterrestre. Rapporto da spedizioni scientifiche al luogo della grande catastrofe siberiana del 1908". La conferenza è stata tenuta dal Dott. Romano Serra, del Dipartimento di Fisica dell'Università di Bologna, esperto del settore, avendo visitato per ben quattro volte il luogo dell'esplosione siberiana. Il pubblico ha potuto ammirare e toccare con mano legni carbonizzati dall'esplosione e campioni di meteoriti. L'evento è stato organizzato dall'Unione Astrofili Lucchesi in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Lucca -Ufficio Cultura.
Dott. Romano Serra Il Dott. Romano Serra è nato nel 1954 a S.Giovanni in Persiceto (BO). Laureato in Astronomia ed in Fisica lavora presso il Dipartimento di Fisica dell'Università di Bologna come assistente tecnico. Da anni si occupa di problemi riguardanti fenomeni connessi con l'impatto di corpi extraterrestri. Ha pubblicato articoli scientifici e divulgativi su riviste nazionali ed internazionali. Da alcuni anni l'asteroide n° 5302, scoperto dalla Crimea nel 1976, è stato denominato "Romanoserra". I suoi viaggi sul luogo dell'evento Tunguska. Il Dott. Romano Serra ha visitato il luogo della catastrofe, con diversi ricercatori, 4 volte, negli anni 1991, 1998, 1999 e 2002. Ha raccolto molto materiale ed informazioni. Sono stati già pubblicati diversi articoli su riviste specializzate anche se a tutt'oggi qualcosa di veramente definitivo non è stato dato alle stampe. Sono in corso ultime analisi e verifiche. Nel 2004 verranno pubblicati diversi articoli che condenseranno 10 anni di analisi e studi. L'evento Tunguska - Una Breve sintesi
Il 30 Giugno 1908 una gigantesca sfera bianco-azzurra di fuoco, che si dice sia apparsa più brillante del Sole, sfrecciò attraverso il cielo diurno sopra il fiume ghiaioso Tunguska, in Siberia. Poi il bolide di Tunguska esplose con una potenza equivalente a quella di una bomba nucleare. La devastante esplosione abbatté gli alberi come fiammiferi per decine di chilometri quadrati e il suo boato fu udito a migliaia di chilometri di distanza: attraverso i cieli di tutta l'Europa si diffuse per vari giorni un bagliore notturno, dovuto alle polveri diffuse; ma curiosamente non fu (e non è) stato trovato nessun cratere profondo nella zona dell'evento di Tunguska. Al centro della superficie devastata fu rinvenuto però un gruppo di alberi rimasti in piedi: evidentemente l'oggetto esploso non raggiunse mai il suolo ed esplose nell'atmosfera.
Gli scienziati hanno fornito moltissime spiegazioni per l'esplosione di Tunguska, compreso l'incontro con un mini buco nero, o con dell'antimateria; la collisione con un asteroide o con un nucleo cometario sembra la teoria più plausibile.

Il pubblico alcuni minuti prima dell'inizio della conferenza.

Il Presidente dell'Unione Astrofili Lucchesi, Giovanni Fenili, introduce la conferenza.

Il pubblico durante la conferenza, che si è svolta grazie all'ausilio di diapositive e campioni di meteoriti e legni carbonizzati dall'esplosione.

Il pubblico durante la conferenza, che si è svolta grazie all'ausilio di diapositive e campioni di meteoriti e legni carbonizzati dall'esplosione.

Il Consiglio Direttivo dell'Associazione con il relatore, Dott. Romano Serra, al termine dei lavori.
Da sinistra: Gabriele Bove, Giovanni Fenili, Dott. Romano Serra, Andrea D'Urso, Cristiana Cattani e Andrea Chifenti.



Cena sociale 4° anno
20 Dicembre
La sera del 20 Dicembre 2003, dopo la conferenza a Villa Bottini, molti soci si sono ritrovati alla consueta cena sociale, per festeggiare il quarto anno di attività dell'Associazione. Durante la cena il presidente Giovanni Fenili ha riassunto Brevemente le attività svolte nell'ultimo anno tracciando le prime linee delle attività del 2004.

l Presidente dell'Associazione riassume le attività svolte nel 2003 e presenta alcuni progetti per il nuovo anno.

La torta del quarto "compleanno" dell'Associazione.

Si spengono le candeline!

Parte del gruppo di lavoro che ha organizzato la conferenza a Villa Bottini.